Audemars Piguet apre la seconda boutique a Dubai Orologi Replica Onine Shopping

Comunicato stampa.

Infatti oggi ci sono ben pochi orologi che possono vantare più di 700 differenti varianti di cui cento in attuale produzione!Gli operatori del settore, dovettero rASSEgnarsi al successo del Royal Oak, inserendolo nell’elenco degli orologi di maggior successo della storia, regALAndo all’Audemars Piguet, l’immunità nella guerra del quarzo degli anni 80, diventando più famoso dell’Audemars Piguet stessa.Il nome Royal Oak (quercia reale) ha origini nel lontano 1651, quando Carlo II d’Inghilterra, trovò rifugio dalle truppe di Cromwell, sopra ad una quercia, dove rimase per tutta la notte.La quercia prese così il nome di “quercia reale”, e segnò un nuovo punto di partenza per la riconquista del trono.Per commemorare questo aneddoto, la Marina Militare Inglese, tra il 1769 e il 1914, ha battezzato 4 navi con il nome di Royal Oak, dove troviamo su una di queste, uno scafo in legno di quercia e gli oblò dei cannoni di forma ottagonale serrati da viti.La CASSA del Royal Oak, presenta una soluzione all’impermeabilità semplice quanto geniale.La LUNETTA infatti, presenta viti funzionali che passano attraverso la CARRURE per avvitarsi sul FONDELLO.Questa soluzione permette di mettere in pressione i 3 elementi, garantendo così un serraggio in tutta sicurezza.

Dopo l’apertura della prima boutique a Dubai nel Mall of the Emirates nel 2005, Audemars Piguet, la più antica manifattura di alta orologeria tutt’ora nelle mani delle famiglie fondatrici, è lieta di annunciare l’apertura della sua seconda boutique a Dubai, nel Dubai Mall. Lo scorso 11 aprile, il CEO di Audemars Piguet Philippe Merk, il Ceo del marchio per il Middle East Nicolas Garzouzi e Mohammed Seddiqi hanno ufficialmente tagliato il nastro per inaugurare la nuova boutique.

Save

Audemars Piguet: apre la seconda boutique a Dubai

La società fra Ahmed Seddiqi & Sons e Audemars Piguet Qeii Cup 2006 Limited Edition Replica risale al 1973 e fu ufficializzata il 1° giugno 1988. La partnership si rafforza oggi ulteriormente con l’apertura della seconda boutique a Dubai City. “La decisione di avere una seconda presenza a Dubai si basa su tre motivi: la passione degli abitanti di Dubai per l’alta orologeria, la crescente richiesta del nostro brand in questo paese così come le strette relazioni con il nostro agente esclusivo Ahmed Seddiqi & Sons” ha spiegato Nicolas Garzouzi, CEO di Audemars Piguet Middle East.

La nuova boutique sposa con successo i codici estetici e identificativi del marchio e si concentra sull’utilizzo di materiali naturali ed eleganti, così come un’illuminazione particolarmente adatta ad accentuare la natura spaziosa dei locali.
Le vetrine esterne hanno un lungo tendaggio grigio perla con raffinati motivi stampati che riprendono gli ingranaggi di un movimento. L’area è suddivisa in due parti distinte. La prima area di benvenuto è magnificamente arredata con un pavimento in legno chiaro, una lunga libreria che alterna libri e vetrine, così come una cornice luminosa che mostra gli ultimi comunicati del marchio. Nel centro è posto un lungo tavolo sopra il quale sono posti degli eleganti cubi di vetro che contengono le preziose collezioni Audemars Piguet. Più avanti, dietro ad una spessa partizione in legno wengé, si trova l’area lounge. In questo spazio discreto e confortevole ricoperto da un elegante tappeto beige si trova una libreria in wengé e un’enorme tenda in velluto. Qui gli ospiti possono rilassarsi in un’atmosfera intima e provare le ultime creazioni di Le Brassus.

Philippe Merk, presente all’apertura, ha dichiarato: “L’immagine del nostro brand e i nostri valori sono perfettamente rispecchiati in questa boutique: la maestria unica e l’abilità artista di Audemars Piguet, l’enfasi sulle nostre origini, Le Brassus nella Vallée de Joux, e la nostra capacità di stringere relazioni esclusive”.

falsiorologi