NOI La POTENZA “in doppio” della coppia Rafael Nadal – Richard Mille! Swiss Made Replica

Domenica scorsa Rafael Nadal (secondo posto nel ranking ATP) ha vinto per la settima volta il Roland Garros. “Nessuno come lui” ha scritto nel titolo del suo articolo “Il Sole 24 Ore”, ma questo è ancora nulla rispetto a quello che il fuoriclasse spagnolo – e il suo fido orologio Richard Mille Rm 052 Replica uhr – sono riusciti a fare insieme fuori dal campo di terra battuta più famoso del mondo.

Save

La potenza “in doppio” della coppia Rafael Nadal – Richard Mille Las Vegas Replica uhr!

Si perchè Nadal, come tutti i testimonial di Richard Mille (il pilota di F1 Felipe Massa e il golfista di fama mondiale Bubba Watson – per citarne solo due), per contratto durante le sue performance sportive porta sempre al polso un RM 027, o un RM 035. Il primo, costruito in un edizione limitata di 50 esemplari non raggiunge i 20 grammi, 18 per l’esattezza cinturino compreso. Un orologio che nel 2010 costava 525.000$ – oltre 300.000€.

Ma dopo aver vinto domenica cosa ti combina il Re di Francia? Martedì il suo tourbillon “piuma” rilasciato in comodato dalla Maison è sparito dalla stanza del suo albergo di Parigi (seconda volta che accade).

Le indagini della polizia hanno puntato subito con successo a un uomo che lavorando nell’Hotel è riuscito con le doppie chiavi ad entrare nella stanza e a sottrarglielo indisturbatamente. Il tourbillon RM 027, è stato successivamente ritrovato alle 21,30, accuratamente nascosto tra i binari a Corbell-Essones.

La platina e i ponti sono realizzati in titanio grado 5 e rifiniti da un trattamento electroplasma combinato, grigio e nero, mentre il rotore è in platino. La parte posteriore del movimento testimonia la grande attenzione al senso di profondità con una estesa scheletratura, apprezzabile in ogni sua parte, inclusi bariletto, rotore, ingranaggi e ponti del sistema di ricarica automatica. La moderna architettura del movimento ci porta a scoprire piccoli particolari, quali le tre viti sul quadrante con l’avviso per l’orologiaio del verso di serraggio contrario all’usuale e l’utilizzo massiccio nell’assemblaggio del movimento di viti su misura, a testa speciale, per assicurare esattamente l’applicazione della coppia di serraggio prevista.Nel progetto della struttura del cuore del movimento è stato fatto uso del profilo ad evolvente per i denti di tutte le ruote del “treno del tempo” al posto di quello cicloide, usato normalmente in orologeria. Questo tipo di profilo dei denti degli ingranaggi è usuale nelle trasmissioni delle automobili e in molti motori ad alta efficienza di ogni tipo; tuttavia l’uso in orologeria è raro ed eccezionale. Permette una più efficiente trasmissione dell’energia tra gli ingranaggi, assicurando un risultato cronometrico migliore.Tra le ore 1 e 2 è posizionato l’indicatore di funzione attivata dalla corona per la ricarica, la correzione della data e la regolazione dell’ora. L’indicatore si muove in sincronia con l’estrazione della corona indicando la funzione attiva ed evitando di cercare quella desiderata per tentativi.

Stavolta la vicenda ha avuto un lieto fine: come accennavo prima, Nadal non è nuovo a farsi sottrarre il tourbillon da mezzo milione di dollari che “usa per lavoro”. Né la Maison di Alta Orologeria Richard Mille, si lascia mai scappare l’occasione per veicolarizzare (con successo) notizie come queste ai media. Ricordi quando pubblicai l’articolo che un folle – buttando un RM 027 – in piscina scoprì che grazie al suo peso era naturalmente in grado “di galleggiare”?

Save

Richard Mille RM 027 pronto per fare un tuffo e galleggiare…

Naturalmente c’è stata una corsa alla notizia. Sia organi come TV e Radio, sia la rete – che ha sfornato notizie e notizie (sintetiche ed identiche) sull’accaduto, hanno ripetuto per tutto il giorno la news.

Poi come sempre accade a chi ha letto o sentito la notizia subentra la curiosità e, letti i nomi Rafael Nadal, Richard Mille, RM 027, vuole – subito – saperne di più… Sapendo che frugando tra la carta stampata sarebbe come cercare un’ago nel pagliaio, ovviamente si rivolge alla rete. Ecco allora digitare quelle parole chiave all’impazzata nei motori di ricerca (8 su 10 utenti usano quello che fa base a Mountain View).

Ieri Orologi di Classe aveva il server in fiamme! Digitando su Google “Richard Mille Nadal” – per altro chiave sugerita dalla funzione automatica “instant” già appena si iniziava a scrivere il nome della marca dell’orologio, ecco apparire dopo il sito ufficiale due articoli sui segnatempo meccanici più leggeri del mondo. Oggi, mentre sto scrivendo queste righe, c’è ancora molta curiosità.

Save

Google.it – ricerca “Richard Mille” (giovedì 14 giugno)

Save

Google.it – “Richard Mille RM 027”

Risultato? Ieri, grazie alla bomba innescata dalla notizia del furto seguita da tutti i media, il portale ha visto aumentare le sue visite in maniera esponenziale di oltre il 135%!

Save

Grafico visite giornaliere Orologidiclasse.com

Per fare il tutto esaurito nei beni di lusso non sempre basta un prodotto top, iconico e innovativo come potrebbe essere – e secondo me ancora è nell’ IT – un iPhone e un iPad rispetto alla concorrenza. Serve un attenta comunicazione che passa obbligatoriamente da testimonial di culto come Rafael Nadal, insieme a qualche – più o meno spontanea – ingenuità. Infine, una comunicazione a tappeto.

In questo modo, il lavoro di chi si scervella a costruire “macchine orologiere” più sofisticate di uno Shuttle, andrà “tutto esaurito”, sicuri che tra i milioni di persone informate su questi fatti vi saranno anche quelli (plurale) in grado si spendere quasi mezzo milione di Euro pur di possederne uno.

“Ad maiora Senõr Rafael Nadal, ad maiora Monsieur Richard Mille!” Ah, dimenticavo: grazie per il traffico!

contaminuti

falsiorologi