Pre SIHH 2013: Royal Oak Offshore Grande Complication Falso

Al SIHH 2013 Royal Oak Offshore Grande Complication sarà uno degli assi “sotto la manica” di Audemars Piguet che – il prossimo gennaio – vedrà la più iconica delle sue creature disegnata dal compianto Gérald Genta entrare nel 50° decennio dalla nascita.

Per chi non lo sapesse ancora, e questo ci tengo a dirlo era anche il caso del sottoscritto solo qualche anno addietro, in Alta Orologeria può vantarsi l’appellativo “Grande Complication” un orologio con a bordo tre importanti complicazioni: una deve fornire una complicazione astronomica – come il calendario perpetuo con fasi lunari al seguito – la seconda deve essere una funzione sonora – ad esempio la ripetizione minuti – la terza può riguardare un’indicazione supplementare del tempo come il tourbillon o, nel caso di questo segnatempo il cronografo – che è dotato anche della funzione rattrappante o se preferisci sdoppiante. Infine è incredibile! Audemars Piguet ha voluto “rinforzare” ancor di più la dose di classiche complicazioni meccaniche fornite da un Grande Complication aggiungendone una quarta che legata al calendario perpetuo indica anche l’ora legale.

Save

Al Salon International de la Haute Horlogerie – SIHH 2013, puoi scommetterci che sarà la vedette della manifattura… La cassa in titanio misura 44 mm, come quella del recente Royal Oak Offshore Michael Schumacher.

Naturalmente la parte più gustosa di questo “Super” Grande Complication è il suo Calibro meccanico automatico all’interno del quale, e in soli 8 centimetri cubici, gli orologiai e gli ingegneri della manifattura (e starai già giustamente pensando di includere nella lista anche il reparto avanzato di AP – Renaud & Papi) sono riusciti a far entrare ben 648 elementi tutti sabbiati smussati e trafilati. Il quadrante è di tipo “open” e grazie a questo accorgimento alcuni di essi potranno essere contemplati frontalmente, altri lo saranno invece attraverso il fondello posteriore in zaffiro. Audemars Piguet 67650st.Oo.1261st.01 Replica dichiara che per completare questo segnatempo sono necessarie più di 800 ore di cura da parte di un singolo orologiaio. Ovviamente – ammesso che in seguito lo sarà – il prezzo non è ancora stato reso noto: basti pensare che a Le Brassus ne costruiranno solo 3 esemplari!

Royal Oak Offshore Grande Complication Grande Complication Titanio – le caratteristiche

REFERENZA
26571IO.OO.A002CA.01
Edizione limitata a 3 pezzi

CASSA
Cassa in titanio (44 mm)
Vetro e fondello in vetro zaffiro con trattamento antiriflesso
Lunetta, corona e pulsanti in ceramica nera
Impermeabile fino a 20 m

QUADRANTE
Quadrante in zaffiro, contatori bianchi, indici applicati
Lancette Royal Oak in oro bianco luminescenti
Questa crisi porto le case produttrici di orologi a specializzarsi nella produzione di orologi unici che potessero essere ancora considerati di lusso e d’elité. Per questo Audemars Piguet 3120 Replica decise di creare un orologio che spezzasse drasticamente il rapporto con qualunque altra casa orologiera. Da questa voglia di cambiare nasce la linea Royal Oak, orologi in acciaio raffinato e lavorato con estrema cura, come l’oro, orologi sportivi ma stilisticamente unici che portarono a creare una cassa ottagonale anziché tonda. Infine al modello vennero anche affibbiate le viti sulla lunetta, che resteranno insieme a tutti gli altri particolari le caratteristiche principali di tutti i Royal Oak.Dunque, il primo Royal Oak quello che fece strada poi all’Audemars Piguet 15300, fu quello del 1972 con referenza 5402. I movimenti degli orologi Audemars Piguet Royal Oak, dal ’72 fino agli anni 2000 sono stati prodotti esternamente da un’altra azienda. Solo nel 2005 invece arriva il primo movimento creato dall’azienda, il 3120, montato proprio sull’Audemars Piguet 15300.L’Audemars Piguet 15300, sicuramente è un orologio molto importante per l’azienda, dato che è stato il primo modello a montare un movimento creato interamente da loro. Il calibro di quest’orologio è il 3120, un movimento dal diametro di 26mm, con una frequenza di 21600 alternanze l’ora. Un monoblocco in oro 22 carati e con l’utilizzo di 40 rubini. Il calibro è a carica automatica, e fornisce una riserva di energia di ben 60 ore.Le caratteristiche del movimento e del calibro sono quelle che distinguono l’Audemars Piguet 15300 dagli altri modelli della linea Royal Oak precedenti alla sua realizzazione.
Réhaut argenté chiaro

FUNZIONI
Ripetizione minuti, calendario perpetuo, cronografo sdoppiante, ore, minuti, piccoli secondi

MOVIMENTO
Calibro 2885 a carica automatica
Diametro totale: 31.60 mm (14 linee)
Spessore del movimento: 8.95 mm
Numero di rubini: 52
Numero di componenti: 648
Riserva di carica minima garantita (ore): 45
Frequenza del bilanciere: 19.800 alternanze/ora

CARATTERISTICHE TECNICHE

Movimento a grande complicazione
Cronografo con ruota a colonne
Suoneria a 2 timbri aventi la stessa altezza
Indicatori delle fasi lunari in zaffiro metallizzato
Massa oscillante personalizzabile
Finiture manuali dei componenti (angoli lucidati, micropallinati e sfumati inferiormente)
Finiture manuali dei ponti (angoli arrotondati e lucidati, fianchi satinati, perlage delle
scanalature)

BRACCIALE / CINTURINO
Cinturino in caucciù nero con fibbia ardiglione in titanio

Maggiori informazioni sull’anteprima SIHH 2013 Royal Oak Offshore Grande Complication sul sito web Audemars Piguet a questo link.

contaminuti

falsiorologi